Convitto

 

 

IL CONVITTO

 

 

Soluzioni diverse si offrono a coloro che abitano lontano da Napoli. Una legge del 1941 tuttora in vigore, impone alle Province l’obbligo di assistenza agli studenti ciechi che intendono accedere alla formazione professionale, fino al compimento del 45° anno di età. Tale norma fa sì che gli alunni che lo richiedano possono risiedere gratuitamente nell’annesso convitto. La centralità di Napoli consente ai convittori frequenti rientri in famiglia, garantendo loro l’indispensabile legame con l’ambiente socio-familiare.